giovedì 10 novembre 2016

Chi ben comincia #6

Buon giovedì miei cari lettori!
Il post di oggi riguarda il consueto appuntamento con la rubrica CHI BEN COMINCIA e con le prime righe di La Lettrice, di Traci Chee, il primo capitolo di una nuova saga fantasy, in uscita oggi per Newton Compton.




Sefia sa cosa significa dover sopravvivere. Dopo che il padre è stato brutalmente ucciso, è fuggita con la misteriosa zia Nin, che le ha insegnato a cacciare, seguire le impronte e rubare. Ma quando Nin viene rapita, Sefia rimane completamente sola. L’unico indizio che può aiutarla a ritrovare Nin è uno strano oggetto rettangolare che il padre ha gelosamente custodito fino al giorno della sua morte. Un manufatto mai visto prima, di cui nessuno le aveva mai parlato, perché nel mondo in cui è nata e cresciuta la lettura è un’attività proibita. Con l’aiuto di questo libro e di un ragazzo che nasconde oscuri segreti, Sefia cercherà di salvare la zia Nin e scoprire che cosa sia realmente accaduto il giorno in cui suo padre è stato ucciso. Con un meraviglioso alternarsi di storie di pirati, duelli di cappa e spada e assassini spietati, La lettrice è un’avventura raccontata in modo magistrale da uno straordinario nuovo talento. 




Il libro


C'era una volta, e un giorno ci sarà di nuovo. Così inizia ogni storia.
C'era una volta un mondo chiamata Kelanna, un meraviglioso e terribile mondo fatto di acqua, navi e magia. Gli abitanti di Kelanna erano proprio come te per molti versi - parlavano e lavoravano, amavano e morivano - ma differivano sotto un unico, importantissimo aspetto: non sapevano leggere. Non avevano mai elaborato un alfabeto o una qualche regola per scrivere, nè mai inciso sulla pietra le proprie cronache. Le mantenevano vive con la  voce e con il corpo, le ripetevano ancora e ancora finchè quelle storie non diventavano parte di loro e quelle leggende non erano reali come la lingua, il polmone e il cuore di chi le narrava.
Alcune storie passavano di bocca in bocca, attraversando regni e oceani, mentre altre si spegnevano subito, ripetute un paio di volte e niente di più. Non tutte le leggende erano famose, monte vivevano una vita segreta all'interno di una singola famiglia o di una piccola comunità: pochi credenti che le sussurravano, tramandandosele tra loro, in modo che non venissero mai dimenticate.


Ho iniziato a leggerlo e sono curiosa di continuare l'avventura iniziata da Sefia e scoprire di più sul libro =)





Ti potrebbero interessare:


Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...