Ultime recensioni

lunedì 12 febbraio 2018

[Review] Paper heir (The Royals #4), Erin Watt

Buon lunedì lettori,
la chiacchierata di oggi riguarda (finalmente) il quarto capitolo tanto atteso della saga The Royals: vi parlo di Paper Heir, di Erin Watt, uscito lo scorso 30 gennaio per Sperling&Kupfer.




Titolo: Paper heir
Autore: Erin Watt
Editore: Sperling & Kupfer
Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018
Pagine: 360
Prezzo: 17,90 €

Serie The Royals:
1. Paper Princess
2. Paper Prince
3. Paper Palace
3.5 Paper Crown
4. Paper Heir


Easton Royal ha tutto: soldi, macchine, ragazze e un cognome che gli permette di ottenere sempre ciò che vuole. Eppure il passato gli ha lasciato parecchie cicatrici e il suo presente è più incasinato di sempre. Gli eccessi sembrano non bastargli mai ed Easton è costantemente alla ricerca di una nuova sfida da affrontare. Forse è per questo che è così attratto da Hartley Wright.
Hartley piomba nella vita di Easton in un pomeriggio come tanti, a scuola. È molto diversa dalle altre studentesse marionette dell'Aston Park e, soprattutto, non sembra interessata a lui. Per la prima volta, il nome dei Royal non è abbastanza. Ma per Easton è davvero solo una sfida, o forse il più difficile da domare tra i fratelli Royal prova davvero qualcosa per Hartley?


ALLERTA possibili SPOILER per chi non avesse letto gli altri volumi della serie

Con Paper Heir è stato bello poter ritornare a casa Royal, sentivo la mancanza di questi fratelli un po' sopra le righe, testardi ed un po' egocentrici ma dal cuore d'oro.
Paper Heir, a differenza dei primi tre romanzi (Paper Princess, Paper Prince e Paper Palace), racconta la storia dal punto di vista di Easton, probabilmente il Royal più amato dai lettori (che ne dite?).
Easton ha sempre avuto una personalità fragile, è stato il cocco della mamma in quanto fratello "di mezzo": Reed e Gideon, i due più grandi, ormai vanno al college ed hanno le loro fidanzate a supportarli, i gemelli Sebastian e Sawyer, i più piccoli, hanno sempre fatto fronte comune (adesso addirittura condividono la stessa ragazza). Easton è sempre rimasto in mezzo, solo, sensibile e molto fragile, tanto da trovare spesso compagnia nell'alcool e divertimento proibito nelle scommesse e nei combattimenti.
Da quest'anno, inoltre, è il Royal più grande alla Aston Park. Essendo all'ultimo anno, è lui che deve dettare le regole verso gli altri studenti, ma non tutto va come previsto. Perchè da quando ha incrociato lo sguardo con Hartley Wright, la nuova arrivata a scuola, non riesce a darsi pace. Nonostante lei lo respinga in tutte le maniere possibili, Easton continua ad essere attratto da questa ragazza schiva e silenziosa, che nasconde un terribile segreto

"Sì, sto flirtando con lei perché, per quanto sia comune, mi intriga. E io, Easton Royal, sono costretto dalle leggi dell’universo a inseguire tutto ciò che esiste di interessante. "



Grazie al cambio di POV che avviene in Paper Heir, riusciamo a conoscere meglio Easton, il fratello di mezzo, un personaggio davvero complesso, sensibile e dall'animo intenso, ma che si cela dietro una maschera di menefreghismo ed arroganza. Ha un modo diverso di vedere le cose rispetto a Reed ed Ella, con cui ci eravamo abituati negli altri capitoli della saga. E' un ragazzo intelligente (così intelligente da annoiarsi durante le lezioni) ma che combina perennemente guai (in buona fede) cercando di fare del bene alle persone che gli stanno accanto.

Co-protagonista di questo romanzo è Hartley (anche se la conosciamo unicamente attraverso gli occhi di Easton). E' una ragazza forte e determinata, con una storia non molto tranquilla alle spalle ed un brutto rapporto con la famiglia. Assomiglia molto alla Ella che abbiamo conosciuto nel primo romanzo (perchè quella che conosciamo in questo romanzo mi ha deluso parecchio). Sarebbe interessante, nel prossimo romanzo, scoprire anche il suo POV e conoscerla meglio (specialmente dopo quello che accadrà a seguito dell'avvenimento dell'ultima pagina 0.0).

Mi mancava l'amore fraterno che questa serie mi ha dato e sono rimasta un po' delusa dal non vederlo in questo capitolo: era bello tornare a casa Royal, trovare l'affetto che i fratelli si davano a vicenda, ad esempio quando, durante la scena della violenza che Ella ha subito in Paper Palace, hanno fatto fronte comune contro i bulli della Astor Park. In Paper Heir i fratelli Royal sono divisi, ognuno ha la sua vita e mi è mancato parecchio l'amore fraterno che riuscivano a trasmettermi negli scorsi capitoli.

Non potevano naturalmente mancare in Paper Heir gli intrighi, gli scandali ed i segreti che caratterizzano da sempre i Royal e non solo, torturando il lettore, incuriosendolo e portandolo a ragionare su mille congetture.


ringrazio la Sperling&Kupfer per la copia


Anche in Paper Heir abbiamo un emozionantissimo cliffhanger, un finale che ti strappa il cuore e lo mette in pausa fino all'inizio del prossimo romanzo. Sarà una duologia quella dedicata a Easton e non vedo l'ora di leggere il seguito con Paper Kingdom!






Ti potrebbero interessare:


1 commento:

  1. beautiful blog! I really like how you write
    and what you give photos. wonderful!
    I have a question, you will agree to follow for follow?
    I like to be in touch with inspirational blogs.
    Greetings from Poland!
    ayuna-chan.blogspot.com

    RispondiElimina

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.