Ultime recensioni

lunedì 5 febbraio 2018

[Review] Fandom, di Anna Day

Buongiorno booklover e buon lunedì!
Oggi voglio parlarvi del nuovissimo romanzo distopico young adult che uscirà domani per De Agostini: vi parlo dell'adrenalinico Fandom, di Anna Day.




Titolo: Fandom
Autore: Anna Day
Editore: De Agostini
Data di pubblicazione: 6 febbraio 2018
Prezzo: 15,90 €


Finalmente il gran giorno è arrivato, Violet è pronta. Pronta per incontrare gli attori che hanno portato sul grande schermo il suo romanzo preferito, La Danza delle forche. Violet lo sa recitare a memoria, ne conosce ogni battuta. Se potesse esprimere un desiderio, chiederebbe di poterci vivere dentro ed essere Rose, la protagonista perfetta. Dovendo fare i conti con la realtà, Violet si accontenta di presentarsi all’evento come cosplayer di Rose e mettersi in fila per l’autografo dei suoi idoli. Soprattutto per quello dell’attore che interpreta Willow, l’eroe più bello di sempre – darebbe ogni cosa per far colpo su di lui. Proprio nel momento in cui il ragazzo si complimenta con lei per il suo costume accade qualcosa di inaspettato. Un terremoto. Urla. Il buio. Violet riapre gli occhi e qualcosa è cambiato. Le guardie corrono ovunque impazzite. Ma è solo quando un proiettile colpisce Rose e la ragazza cade a terra esanime che Violet capisce. Capisce che adesso non è più solo a un evento in costume per appassionati di fantasy. Adesso quella è la realtà. Adesso lei è dentro la storia e la protagonista del suo romanzo preferito è appena morta. Violet ora può fare solo una cosa: prendere il suo posto, ripassare le battute e vivere la storia fino alla fine… E sperare che tutto vada come è stato scritto.

"Rose. L'eroina della storia. Passionale, impulsiva, coraggiosa. Non passa giorno che non desideri essere lei. E finora, ecco come sono alla sua altezza...Passionale: il mio soprannome è "Violet la Vergine"Impulsiva: ci ho messo due giorni per preparami a questa presentazioneCoraggiosa: il sudore mi sta imperlando anche la facciaIn realtà, le uniche cose che abbiamo in comune sono la carnagione chiara e i gusti in fatto di uomini."

Ho adorato Fandom fin dall'inizio, una storia intensa ed emozionante, ho fatto davvero fatica a staccarmi dalle pagine!
Per noi amanti dei libri, ma anche di film e serie tv è impossibile non identificarsi con Violet, un'adolescente come tante che ha finalmente l'opportunità di incontrare i suoi idoli, gli attori che hanno reso omaggio in carne ed ossa ai personaggi del suo libro preferito La danza delle forche di Sally King. Quando finalmente li ha davanti, pronti a far le foto con lei e con le sue due migliori amiche Katie e Alice ed il piccolo fratellino Nate, che la mamma l'ha obbligata a portare, qualcosa va storto, sembrerebbe un terremoto, la sala si oscura...


"Attento a quello che desideri, perchè a volte la realtà può letteralmente esplodere"

Per un qualche strano motivo, i nostri protagonisti sono stati catapultati nel XXIII secolo, nell'anfiteatro dove si svolge La danza delle forche e dove tutto è pronto a nascere.
Sembrerebbe uno scherzo, una fantastica rappresentazione in cosplay... ma quando la protagonista del romanzo muore, tutto diventa reale e tangibile. I ragazzi inizieranno una fuga contro gli eventi, cercando di sfuggire ai Gem, gli esseri umani geneticamente modificati, alti forti e belli, che in questo romanzo sono i cattivi che soggiogano gli Imp, gli essere umani imperfetti (come noi). Cercheranno di rivivere la storia, anche se sono in un mondo molto diverso da quello creato dalla scrittrice Sally King. La cosa più importante sarà: riusciranno a tornare tutti quanti a casa? Dove sono finiti, sogno o realtà parallela?




La bellezza di Fandom di Anna Day, a mio avviso, sta proprio nella narrazione. Nonostante sia il suo primo romanzo, la scrittura l'ho trovata perfetta, ottimo equilibrio tra descrizione e dialoghi, narrazione semplice e diretta. L'inizio del romanzo è una delle parti che mi ha colpito di più. Fandom inizia appunto con la presentazione di Violet che, davanti all'intera classe, illustra il suo romanzo preferito, La danza delle forche, raccontando quindi ai suoi compagni (e a noi) le vicende narrate. Durante i primi capitoli, Violet, Katie, Alice e Nate, si scambiano commenti ed osservazioni sull'opera della King e sulle differenze con il film successivamente prodotto. Riusciamo così ad entrare nel vivo dell'azione quando poi si manifesta il tutto, senza dover cercare di capire, intuire e confonderci tra la narrazione del libro e la realtà che vivono i nostri personaggi all'interno di questo salto temporale.

L'autrice è riuscita a rendere i personaggi "umani", tutti (nel bene e nel male) hanno rappresentato delle emozioni vere, i tormenti sulle scelte difficili da attuare, la maturità dei protagonisti che vengono scagliati all'improvviso in questo mondo estraneo ma che al tempo stesso conoscono a memoria.
Violet, una ragazza fangirl fino al midollo, innamorata persa del suo Willow, il protagonista del libro/film, si troverà a vestire i panni di un'eroina proprio come la sua Rose. Si troverà a combattere contro le ingiustizie compiute verso gli Imp (che nel romanzo sono solo accennate ma che lei vive in prima persona), inizierà a modificare la storia come se fosse la sua, perchè sarà davvero la sua storia, in pericolo non ci saranno solo gli Imp ma anche lei, i suoi amici e suo fratello. Troverà il coraggio di andare avanti, scoprirà una nuova Violet, la vera eroina che è dentro di lei.
Mi è piaciuto molto il personaggio di Katie, una delle due migliori amiche di Violet, colei che de La danza delle forche non sa nulla, non ha neanche visto il film, ma che per amore della sua amica l'accompagnerà al ComiCon e le terrà compagnia in questa avventura ai limiti del surreale. La migliore spalla su cui Violet potesse contare.
Impossibile non rimanere incantati dal piccolo Nate, il dolcissimo fratellino, sveglio, sempre lucido e pronto all'azione.

Da vera fangirl, l'autrice ha inserito dei piccoli riferimenti e citazioni ad altri romanzi e film in Fandom, rendendo la storia molto più vicino a noi, una storia avvincente e piena di colpi di scena e suspance.


"Un, due tre, i cardi contiamo,tutti gli Imp noi liberiamo.Quattro, cinque, sei, aumentano i cardici armiamo con sassi, pistole e dardi.E quando il frassino cambia colore,contiamo i minuti, non più le ore.La speranza è come un fiorellinoche germoglia di colpo un mattino."



James Dashner, autore di Maze Runner, l'ha descritto come "un romanzo che ti trascina dentro, letteralmente" ed io non posso che essere d'accordo con lui. Chi non ha mai sognato di essere protagonista del proprio libro preferito?






Ti potrebbero interessare:


4 commenti:

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.