mercoledì 26 ottobre 2016

[Novità in libreria] Uscite ottobre - Amarganta

Buon pomeriggio!
In questo post vi propongo le uscite di ottobre di Amarganta. 



Quando Matteo, giovane praticante di Coli, un ammanigliato notaio, manda al diavolo il principale, si premura di mettere in guardia Valentina Muller, in procinto di diventare una ricchissima ereditiera, intenta a sbrigare le ultime formalità presso lo studio. La conoscenza della pratica Muller segnerà per Matteo l'inizio di un'avventura dai ritmi serrati e dai toni surreali. Matteo e Valentina, invischiati in un terrificante delitto, ricercati dalla polizia e nel mirino di figuri insospettabili, vivranno un'altalena di fortune e sfortune, passando dalla speranza alla disperazione in un folle rincorrersi tra le vie e le creuze di Genova.


Titolo: Giallo zen-zero 
Autore: Patrizio Grossi
Pagine: 130
Genere: Narrativa italiana
Data di pubblicazione: 5 ottobre 2016
Prezzo: 11,44 € (2,99 € ebook)


Autore
Patrizio Grossi nasce a fine anni sessanta in un paesino dell'estrema provincia mantovana, 3 anni dopo, però, i suoi genitori si trasferirono a Genova.
Alla luce della Lanterna è cresciuto e ha studiato appassionandosi ai fumetti e ai film gialli e western. A 11 anni ha scritto i primi racconti e a 13 ha scoperto la letteratura di fantascienza. A 20 anni ha conosciuto la donna della sua vita e ha proseguito gli studi fino alla laurea, dopo la quale sono nati i suoi due figli. Nel 2007, partecipando per gioco, ha vinto un concorso che gli è valsa la pubblicazione del romanzo “Ad un passo dalla verità” (Ennepilibri). Più tardi è arrivato in semifinale a un noto concorso letterario su internet. Presente con un breve racconto nell'antologia “Parole di pane” edita Farnesi, ha qualche pubblicazione inerente la sua professione. Infatti, per ora fa il dentista con l'hobby della scrittura, ma gli piacerebbe molto invertire i due fattori.





In un paesino del nord, Agnese e Joyce, due adolescenti, si incontrano per caso. Diverse per inclinazioni e educazione, tra loro si instaura un legame empatico che va oltre l’amicizia. La successiva sparizione di Agnese mescola la vita di una miriade di personaggi innescando un vortice di combinazioni e fatalità, di corsi e ricorsi in un continuo alternarsi tra presente e passato. Mentre Joyce segue la sua pista per ritrovare Agnese spinta dall’istinto e dall’eccezionale intelligenza, i pezzi di un puzzle complesso si incastrano e si disperdono in una trama in bilico continuo tra il thriller e il giallo, il rosa e il dramma. Sul finire di una calda estate degli anni ’90, Adele, Joyce, Betti, John e il capitano Adami affrontano un viaggio quali moderni Ulisse recuperando attimi dati per persi, consolidando legami improbabili e, sulle tracce di Agnese, ritroveranno, infine, la parte più vera di se stessi. 


Titolo: Joyce
Autore: Cristiana Pivari
Pagine: 260
Genere: Narrativa italiana
Data di pubblicazione: 18 ottobre 2016
Prezzo: 13,00 € (2,99 € ebook)


Autore
Cristiana Pivari nata a Trento un 1° di giugno del secolo scorso. Per lavoro cataloga libri in un archivio e per bisogno catartico li scriva. Ha vinto qualche concorso a carattere nazionale e in molti è approdata come finalista. All'attivo le pubblicazioni: Crisalide rosa (Absolutely Free 2010), Quello strano bambino dai pantaloni di velluto (Ciesse Edizioni 2010), In prima persona singolare nel 2013, La madre dell'assassino e le altre nel 2013, Quel sottile confine (Lettere Animate 2014), Ne sarà valsa la penna con pseudonimo Tommy Rose nel 2015, Il viola non le si addice, nel 2015. Per il teatro: Lo strano ospite (Collana autori trentini), Merdre fiction. Ha collaborato alla creazione di cataloghi mostra e cataloghi fotografici. Ha partecipato a progetti collettivi di scrittura a carattere benefico: Code di stampa (Edizioni La Gru 2011), Dodicidio (Edizioni La Gru 2013) e contro la violenza sulle donne (Edizioni Rediviva 2014).
Ho gestito, con due amiche, un circolo Arci a Trento per sette anni, il mitico Arcipelago. Dopo aver dedicato al palcoscenico, a livello locale, dieci anni della sua vita, si è ritirata dalle scene quando iniziavano a proporle parti da zia e ora si limita a collaborare con una rivista femminile e, oltre alla lettura e alla scrittura, le piace il teatro, andare al cinema, passeggiare, creare borse con materiali di recupero, disegnare, ridipingere i mobili di casa ogni due anni e, naturalmente, giocare con i suoi splendidi nipotini.






Secondo la tradizione, negli scacchi il Nero ha una percentuale più alta di sconfitta rispetto al Bianco. Carlo, il protagonista dello spettacolo teatrale di Fosso, si sente il giocatore cui la sorte ha riservato i pezzi meno privilegiati e pertanto costretto a una lotta impari con la vita. Quando Carlo perde l’analista che lo ha avuto in cura da vent’anni, ripercorre le tappe della sua esistenza costellata da momenti tragicomici scanditi dal ritmo delle sue ansie, delle sue paure e delle sue ossessioni. Il narrato supportato dalle capacità istrioniche di Fosso, riesce a commuovere e a divertire laddove il tono surreale nasconde richiami efficaci alla psicoanalisi, alla quotidianità, alle spinte della società, al modo in cui il mondo interiore a volte stravolge e travolge la realtà. Ed è proprio dopo aver toccato con incredibile leggerezza temi difficili e attualissimi che questo formidabile testo per One Man Show riesce a trasmettere con efficacia un messaggio positivo di grande valenza umana. I punti di rottura e di riarticolazione che costellano l’esistenza travagliata di Carlo, lo aiuteranno a definire un punto di vista eccezionale permettendogli di osservare se stesso e gli altri sotto un’angolatura inedita. È allora che il Nero realizza di avere a disposizione una varietà di mosse originali e che può dare scacco alla vita.


Titolo: Come il nero per gli scacchi
Autore: Paolo Fosso
Pagine: 60
Genere: Narrativa italiana
Data di pubblicazione: 20 ottobre 2016
Prezzo: 9,44 € (1,99 € ebook)


Autore
Paolo Fosso è nato a Rieti, dopo essersi diplomato al Laboratorio di Gigi Proietti si laurea in legge e diventa avvocato. Da allora, si agita fra Teatro, Cinema e Televisione, come attore e autore, mantenendo intatto il senso di stupore verso l’Esistenza. Il suo lavoro di attore gli ha permesso di viaggiare, conoscere persone straordinarie e altre molto meno; di confrontarsi con grandi autori e con la drammaturgia contemporanea. Dopo un lungo periodo come attore nella compagnia di Alessandro Gassmann, ha messo in scena i propri testi e da uno di questi: Prima se il buio ha tratto la sceneggiatura del film Il Disordine del Cuore di cui è protagonista. Ha pubblicato il racconto lungo Quasi un’Avventura (Lambda edizioni, da un’idea di Valentina Capecci). Attualmente, è in scena con il proprio spettacolo Come il Nero negli Scacchi. Considera la scrittura un vizio necessario, la prosecuzione della vita con altri mezzi. Fondamentalmente, parlare di sé gli crea un salutare imbarazzo e si considera un Provinciale Cittadino del Mondo.






Ti potrebbero interessare:


Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...