lunedì 8 maggio 2017

[Review] Dominant, di Irene Grazzini

Buon lunedì sweety-lettori,
come ormai avete capito dalle diverse recensione che trovate qui sul blog, io amo alla follia i distopici young adult, che siano di genere principesco come la serie The Selection, di Kiera Cass (QUI la recensione del primo volume), o il nuovissimo The Glittering Court, di Richelle Mead (di cui vi prometto una recensione il prima possibile), che riguardino i viaggi nel tempo come la serie Firebird, di Claudia Gray (QUI la recensione del primo volume), o che siano romanzi un po' più cruenti alla Hunger Games, di Suzanne Collins, o Flawed, di Cecelia Ahern, (QUI la recensione). Non potevo quindi perdermi il fenomeno del momento, un distopico tutto italiano, ci fa immergere in un futuro che non sembra così impossibile.
Oggi vi parlerò del bellissimo Dominant, di Irene Grazzini, il primo volume della trilogia edita da Fanucci Editore (di cui potete trovare le prime righe QUI, nell'ultima puntata della rubrica Chi Ben Comincia).




Titolo: Dominant
Autore: Irene Grazzini
Editore: Fanucci Editore
Data di pubblicazione: 9 marzo 201700
Pagine: 219
Prezzo: 14,90 € (2,99 € ebook)


Claire ha trascorso i suoi primi sedici anni sotto la Cupola, l’enorme barriera alimentata a energia geotermica che protegge la City dall'esterno, il Mondo di Fuori, una landa inospitale e pericolosa sconvolta dalla più violenta glaciazione di cui si abbia memoria. Claire è una Dominante, appartiene cioè a quella razza eletta cui spetta il merito di aver liberato la città dalla minaccia dei Recessivi. Ora il destino ha deciso di sconvolgerle l’esistenza, presentando alla porta del suo Loculo una ragazza sconosciuta, ferita, che ha bisogno di aiuto. Da quel giorno, la vita di Claire si trasforma in una fuga disperata e rocambolesca dai Vigilanti e dai loro terribili robot, i Mastini, perché quella ragazza misteriosa è una Recessiva, e aiutarla significa commettere il più grave dei reati, quello di alto tradimento. Attraverso un mondo inospitale, reso sterile dal ghiaccio e dall'odio, tra bufere di neve che sferzano enormi città e maestose rovine, Claire scoprirà che il confine tra giusto e sbagliato è più labile di quanto abbia mai creduto. Una trama avvincente, un viaggio sorprendente in un futuro forse non così lontano.




In una Terra post glaciazione, le persone vivono divise in due fazioni contrapposte, condannati all'odio l'una verso l'altra: i Dominanti vivono nella City, un'unica grande città tecnologicamente perfetta e impenetrabile, sotto la Cupola, che li protegge dal mondo esterno; i Recessivi sono coloro che vivono fuori dalla Cupola, nell'Underground, cercando giorno dopo giorno di sopravvivere al freddo glaciale.

Claire ed Eleonor non possono essere così diverse: Claire è una delle più brave studentesse dell'Istituto, luogo in cui si tiene la formazione dei Dominanti, dai capelli e dalla carnagione scura, vive all'interno della City, lontana dalla sua famiglia natia, di cui ormai non ha più alcun ricordo; Eleonor è una ragazza che tenta di tutto per far sopravvivere la sua comunità, i Recessivi, dalla carnagione chiarissima e dai capelli biondi e occhi azzurri, vive con lo zio Robb, nei sotterranei, al riparo dal freddo glaciale.

Durante una delle incursioni dei Recessivi nella City, utili per fare razzia di qualche materia prima, Claire incontra Eleonor, ferita dai Vigilanti, e la aiuta a nascondersi e fuggire. Ma dovrà fuggire anche lei, altrimenti giustiziata per Alto Tradimento.

Le loro realtà non avrebbero mai dovuto incontrarsi, ma il destino le ha messe sulla stessa strada, una seconda volta.


"Poi si era imbattuta in quella Dominante, che aveva avuto la pessima idea di salvarle la vita. E addio al suo progetto di poterla odiare."




Le parole corrono veloci sulle pagine di Dominant, l'adrenalina si respira fin dalle prime righe. I personaggi e l'ambientazione vengono descritti con un'attenta cura dei particolari.
Ho adorato il personaggio di Eleonor, forte e testarda, che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno, ma che, pur odiando i Dominanti per quello che hanno fatto alla sua famiglia, non rinnega il favore che le ha fatto Claire, salvandole la vita da morte certa, per mano dei Dominanti.

Nel corso del romanzo, le nostre protagoniste Claire ed Eleonor iniziano a conoscersi e pian piano, tra loro, si crea una strana amicizia, un amore/odio che vede cambiare il loro punto di vista verso il "nemico". Alla fine si scoprono non così diverse come credevano.

Ho trovato che l'ambientazione descritta da Irene Grazzini sia molto originale, dividere le persone tra razza dominante e recessiva, con annesse le proprie peculiaretà fisiche, il tutto post glaciazione apocalittica, dove il mondo stremato cerca di andare avanti, sia voler mettere tanta carne al fuoco, ma la Grazzini riesce egregiamente nella missione e con uno stile chiaro e semplice fa immergere il lettore in 219 pagine di pura emozione, con un susseguirsi di colpi di scena.


"Siamo membri della City, i suoi occhi, la sua bocca e le sue mani. Siamo parte della City, che ci unisce e ci rende forti. Siamo perchè esiste la City, e senza City noi non esistiamo. Giuriamo di servirla in ogni attimo della nostra vita."


Dominant è un bellissimo distopico italiano, ma anche una storia di amicizia e di lealtà, una ricerca verso l'indipendenza di due adolescenti forti e caparbie.








Ti potrebbero interessare:


Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...