giovedì 15 dicembre 2016

Chi ben comincia #10

Buon giovedì cari lettori,
la puntata di oggi della rubrica CHI BEN COMINCIA parla di un romanzo ambientato a Natale, una storia romantica durante il periodo più romantico dell'anno.
Anche se pubblicato qualche anno fa, consiglio la lettura di Tutta colpa di New York, di Cassandra Rocca.



Fare un regalo non è sempre facile. Lo sa bene la giovane Clover O’Brian, che in qualità di personal shopper aiuta i suoi clienti nell’ardua impresa di scovare doni speciali.
Natale è alle porte, New York è in fermento e Clover, da sempre innamorata dell’atmosfera natalizia, si gode il periodo dell’anno che preferisce. Cade Harrison è un uomo molto fortunato. È un attore di Hollywood bello, ricco, famoso e amato. Anche il successo, però, ha i suoi lati negativi: appena uscito da una relazione disastrosa con una collega, Cade sente il bisogno di rifugiarsi in un luogo poco frequentato dalle star, lontano da occhi indiscreti e soprattutto dai paparazzi! E allora accetta volentieri di trascorrere le feste a New York, nella casa che gli presta un amico. Ma il caso vuole che la villetta in questione si trovi proprio di fronte a quella dove vive Clover che, fino a quel momento, gli attori hollywoodiani li ha visti solo sul grande schermo. E così due vite, apparentemente inconciliabili, inciamperanno l’una nell’altra nel periodo più romantico dell’anno. Basterà la magia del Natale a far scoccare la scintilla?


Capitolo 1 
Le risate dei bambini risuonavano lungo la via, facendo eco a quelle più contenute degli adulti e ai tipici rumori delle case in festa.
In un piccolo quartiere residenziale di Staten Island le famiglie erano intente a celebrare il giorno del Ringraziamento attorno a tavole imbandite, su cui facevano bella mostra di sè tacchini ripieni, gustando squisite torte di zucca, patate dolci, e chiacchierando amabilmente con gli ospiti. In strada, i bambini si godevano la fredda giornata di sole di fine settembre rincorrendosi fra loro, ma erano i piccoli gemelli Stevenson a ridere più di tutti gli altri, inseguiti da una strana specie di tacchino umano.
"E così vorreste mangiarmi, eh? Ve la faccio vedere io, cannibali! Sono stufo di vedere i miei simili stesi sui vostri tavoli!"
Con voce stridula, infarcita di buffi versi tipici di un tacchino, Clover O'Brian continuò a rincorrere i tre monelli di sette anni per il piccolo spazio erboso di fronte alla chiesa, deliziata dalle loro grida.


Voi avete già letto Tutta colpa di New York o altri libri di Cassandra Rocca? Io questo libro l'ho amato e divorato all'istante. Trovate una mia breve recensione, di qualche tempo fa, QUI.






Ti potrebbero interessare:


4 commenti:

  1. letto e non amando il genere non mi è piaciuto molto..le atmosfere però erano molto belle :)

    mallory

    RispondiElimina
    Risposte
    1. peccato, io l'ho adorato, mi dico sempre che devo leggere gli altri romanzi della Rocca ^-^

      Elimina
  2. Immagino il caos nel fare la personal shopper a New York! Chissà che vita frenetica! Mi ha incuriosito molto la tua recensione!
    Baci
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehm, non è propriamente una recensione, come puoi ben leggere, ma grazie per essere passata =)

      Elimina

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...