lunedì 11 gennaio 2016

[Review] Te lo dico sottovoce, di Lucrezia Scali

Buongiorno miei lettori e buon inizio settimana!

Oggi vi presento un libro che ho letto durante le vacanze di Natale e che mi ha fatto battere forte il cuore, innamorare, arrabbiare, ed di nuovo innamorare.

Vi presento Te lo dico sottovoce, romanzo d'esordio di Lucrezia Scali ed edito dal 4 gennaio dalla Newton Compton.




Mia ha trent'anni, alle spalle storie d'amore che non hanno lasciato bei ricordi, e una madre che le organizza appuntamenti al buio, forse spinta dal senso di colpa per non averle mai dato l'affetto di cui aveva bisogno. Ogni notte sogna il suo principe azzurro, ma la mattina si sveglia accanto a un meticcio con le orecchie cadenti e il pelo ispido. Durante il giorno, invece, gestisce una delle cliniche veterinarie più conosciute di Torino e coordina l'attività di pet therapy presso l'ospedale locale. L'amore, quello vero, sembra proprio non arrivare nella sua vita. O almeno così pensava Mia, prima di conoscere Alberto, un medico affascinante, e Diego, un poliziotto che si è appena trasferito a Torino dalla Puglia. Cupido sta finalmente per scagliare la sua freccia: riuscirà a colpire il cuore dell'uomo giusto per Mia?


La trama è molto semplice ma singolare, Lucrezia Scali è riuscita a trattare diversi argomenti insoliti, come la pet therapy in un ospedale pediatrico, con una semplicità e spontaneità che rallegrano l'animo del lettore.

Mia è una ragazza come tante, come noi, intraprende gli studi di veterinaria, in contrasto con le aspettative dei suoi genitori, va a vivere da sola nella casa dei nonni materni e decide di coronare il suo sogno ed aprire una clinica veterinaria.
Inoltre, con l'aiuto di Fiamma ed Antonio, suoi due più cari amici e colleghi nella clinica, avvia un progetto di pet therapy in un ospedale pediatrico di Torino.
Tutto si svolge nella normalità, fino a quando, nella sua vita, entrano Antonio e Diego: il primo, affascinante medico, gentile e simpatico, il secondo, il nuovo acquisto dalla centrale di polizia locale, arrivato da poco da Gallipoli, attraente ma dai tratti decisi, rude ed enigmatico.
Per Mia l'amore aveva perso ogni attrattiva, ma l'incontro con Alberto e Diego cambierà la sua vita per sempre.

La protagonista è ben caratterizzata: tenera e dolce con gli animali e con i bambini, dura e combattiva con le ingiustizie umane, volenterosa e sempre disponibile verso il prossimo, anche quando, certe volte, il prossimo una seconda possibilità non la merita.
Ha un bagaglio emotivo abbastanza pesante, che pian piano si rivela nel libro: ha avuto un bellissimo rapporto con i nonni materni, coloro che l'hanno accudita quando era piccola, che le hanno trasmesso l'amore per gli animali e per la campagna. Rivede i suoi nonni nella casa dove abita, appartenuta a loro in precedenza, negli occhi degli animali che accudisce, nei consigli dei suoi amici. Probabilmente alcuni passaggi di questo romanzo, proprio dove lei ricorda con il cuore in mano il rapporto che aveva con la nonna, faranno sgorgare qualche lacrimuccia anche a voi.

Consigliato a chi ama gli animali (in particolare i cani ^-^), a chi coltiva il proprio sogno, lasciando alle spalle le critiche e le disapprovazioni altrui, o a chi, semplicemente, vuole leggere un bel romanzo rosa, con qualche zampetta qua e là.


DATI TECNICI

Titolo: Te lo dico sottovoce
Autore: Lucrezia Scali
Casa Editrice: Newton Compton
Pagine: 288
Data di pubblicazione: 4 gennaio 2016
Prezzo: 9,90 € (ebook 4,99 €) -- link diretto ad Amazon


Ringrazio la Newton Compton per avermi dato la possibilità di leggere ed amare questo romanzo e faccio tantissimi auguri a Lucrezia Scali per questo suo libro, sperando non sia l'unico!





Ti potrebbero interessare:
Sweety's books #2, le letture del periodo


4 commenti:

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...