martedì 22 settembre 2015

[CS] GayIsOk: raccolti €378.000 in tutto il mondo per supportare i gruppi LGBT


La campagna online #GayIsOk ha raccolto €378.000 in tutto il mondo:
un “Love Fund” per supportare i gruppi LGBT

£50.000 verranno donate a All Out per la sua continua e costante battaglia a livello mondiale
in difesa dell’amore e dell’uguaglianza. Il resto dei proventi sarà suddiviso
tra i gruppi LGBT che invieranno richiesta di sovvenzione
                                                                                                                                 




Il sapone dorato Amore, con il suo ormai popolarissimo hashtag #GayIsOk, è stato presentato nei negozi Lush il 25 giugno scorso ed è stato venduto fino alla fine di luglio con l’obiettivo di raccogliere fondi da destinare alle associazioni LGBT che lottano per il riconoscimento di pari diritti in tutto il mondo. Durante la campagna, i clienti Lush e i membri dell’associazione All Out hanno scattato i propri selfie insieme al sapone per mostrare al mondo perché #GayIsOk, diffondendo un personale messaggio a supporto del riconoscimento dei diritti LGBT come diritti umani. Circa 80 negozi Lush in tutto il mondo non hanno potuto partecipare a questa importante campagna a causa delle leggi anti-gay vigenti nei rispettivi paesi, ma nonostante questo sono stati venduti più di 100.000 saponi, raccogliendo così €378.000 per il fondo “Love Fund”, che permetterà ora di distribuire aiuti alle associazioni LGBT per supportarle nella loro continua battaglia per l’amore e l’uguaglianza.

Le associazione che lottano per l’uguaglianza dei diritti LGBT non dispongono solitamente di grandi risorse economiche. Il “Love Fund” nasce per raccogliere le richieste dei gruppi che operano in aree dove sono in vigore leggi anti-gay dure ed estreme e dove c’è maggiore necessità di fondi. È stato costituito con l’obiettivo di raggiungere tutti i gruppi che si propongono di portare questa tematica al cuore della società, dei governi e dei legislatori.

£50.000 verranno donate a All Out per la sua continua e costante battaglia a livello mondiale in difesa dell’amore e dell’uguaglianza. Il resto dei proventi sarà suddiviso tra i gruppi LGBT che invieranno richiesta di sovvenzione, fino a un massimo di £10.000 ciascuno, da distribuire nel corso dell’anno. È stato inoltre istituito uno speciale panel dedicato al “Love Fund” per esaminare tutte le richieste inviate e distribuire le sovvenzioni.

“Ancora una volta abbiamo visto come, con le risorse adeguate, gli attivisti possano svolgere un lavoro eccellente e contribuire a modificare non solo le leggi, ma anche il punto di vista della società e arrivare dritti al cuore, verso una completa uguaglianza dei diritti” commenta Andre Banks, Direttore esecutivo e Co-fondatore di All Out, un’organizzazione globale con oltre 2 milioni di membri. “Troppo spesso gli attivisti sono isolati e non hanno a disposizione le risorse necessarie, ma grazie alla campagna #GayIsOk è stata data loro nuova luce che ha esposto il loro operato a un enorme numero di persone e che ha permesso di raccogliere fondi determinanti per aiutarli a raggiungere i propri obiettivi.”

“Un piccolo sapone dorato può permetterci di fare tanta strada” aggiunge Alessandro Commisso di Lush (@alecommy) “Migliaia di clienti Lush, membri di All Out, VIP e sostenitori della comunità LGBT hanno mostrato al mondo che #GayIsOk e hanno reso questa campagna assolutamente incredibile! Acquistando il sapone Amore ci hanno donato la propria fiducia (e il proprio denaro) per sostenere le associazioni locali e continuare a lottare per il riconoscimento dei diritti LGBT come diritti umani, soprattutto laddove la vita non è tutta oro e lustrini.”

La campagna #GayIsOk di Lush e All Out è stata lanciata in concomitanza di una ricorrenza importante, gli storici moti di Stonewall a New York che nel 1969 hanno dato il via al movimento di lotta per i diritti LGBT. Grazie alla campagna, messaggi di amore e di uguaglianza hanno raggiunto in soli pochi giorni oltre 30 milioni di persone, denunciando il fatto che il 75 paesi essere gay sia ancora considerato un crimine. Altri 40 milioni di persone hanno utilizzato l’hashtag #GayIsOk dopo la decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America di legalizzare i matrimoni gay, solo 24 ore dopo il lancio della campagna.

A questo link è disponibile una selezione delle condivisioni social di #GayIsOk, dal Giappone, all’Italia fino ad arrivare alla Corea del Sud: https://storify.com/allout/gayisok

Per informazioni su come i gruppi LGBT possono far richiesta delle sovvenzioni visitare il sito: www.lush.co.uk/tag/gayisok. Le richieste potranno essere inviate fino al 31 ottobre 2015.




Ti potrebbero interessare:


2 commenti:

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...