lunedì 23 febbraio 2015

Oscar 2015: ecco chi ha vinto quest'anno

Non ho seguito gli oscar in diretta, ma la prima cosa che ho fatto questa mattina è stata andarmi a leggere chi aveva vinto!



Partiamo con il miglior film, Birdman, che ha sbaragliato la concorrenza ed ha ricevuto anche gli oscar come miglior regia, miglior sceneggiatura e miglior fotografia. Il film, del messicano Alejandro González Iñárritu, racconta la storia di un attore, diventato celebre per aver prestato il volto a un noto supereroe, che tenta di ritornare alla ribalta allestendo una commedia per Broadway. Nei giorni precedenti alla prima, si ritroverà però a fare i conti con il proprio ego, tentando di recuperare i rapporti con la sua famiglia, la carriera e, in un’ultima analisi, anche se stesso.




Il cast è strepitoso (Michael Keaton, Edward Norton, Zach Galifianakis, Emma Stone, Naomi Watts...) e non vedo l'ora di andarlo a vedere!


fonte
L'oscar come miglior attrice protagonista va alla bellissima Julianne Moore, a cui è stata dedicata una splendida standing ovation per il film Still Alice, dove Alice Howland, rinomata linguista, scopre un giorno di avere una rara forma di Alzheimer, dimenticandosi poco alla volta le parole.


fonte

Miglior attore protagonista 2015 è il fantastico Eddie Redmayne (e speravo vivamente vincesse lui) per la Teoria del Tutto, film che ho amato fin dall'inizio e che consiglio a tutti di guardare. Si tratta della biografia del celebre fisico, astrofisico e cosmologo Stephen Hawking, dell'amore durante la sua gioventù e della concezione della sua rara malattia, che tuttora non abbatte la sua formidabile forza d'animo. Il film è basato sulle memorie della moglie, Jane Hawking, “Travelling to Infinity: My Life with Stephen”.

Altri premi:

- Miglior sceneggiatura non originale: Graham Moore per «The Imitation Game» 
- Miglior colonna sonora: Alexandre Desplat per il film «Grand Budapest Hotel» 
- Miglior canzone: «Glory» di John Stephens e Lonnie Lynn nel film Selma 
- Miglior documentario: «CitizenFour» di Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky 
- Miglior montaggio: Tom Cross per il film « Whiplash» 
- Miglior scenografia: Adam Stockhausen e Anna Pinnock per il film «Grand Budapest Hotel» 
- Miglior film d’animazione: Don Hall e Chris Williams per il film «Big Hero 6» 
- Miglior cortometraggio d’animazione: «Feast» di Patrick Osborne 
- Migliori effetti speciali: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher per il film «Interstellar» 
- Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette per «Boyhood»  
- Miglior sonoro: Alan Robert Murray e Bub Asman per «American Sniper» 
- Miglior montaggio: Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley per «Whiplash» 
-Miglior corto documentario: «Crisis Hotline: Veterans Press 1» di Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry 
- Miglior corto: «The Phone Call» di Mat Kirkby e James Lucas 
- Miglior film straniero: è il film polacco «Ida» diretta da Pawel Pawlikowski 
- Miglior trucco: Frances Hannon e Mark Coulier per il «Gran Budapest Hotel» 
- Migliori costumi: l’italiana Milena Canonero per il film «Grand Budapest Hotel» 
- Miglior attore non protagonista: J.K. Simmons per «Whiplash»

E adesso, una carrellata veloce ai look delle star femminili.




Troviamo fantastiche ed in splendida forma Scarlett Johansson, Emma Stone Dakota Johnson, belle e solari.



Le cadute di stile, secondo me, le troviamo con Marion Cotillard, dove il vestito cade giù senza forme e curve, e Zendaya, con quei capelli proprio no, non le donano per niente.


Spero questa nuova tipologia di post vi faccia piacere =)
Fatemi sapere con un commentino




Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...