giovedì 6 febbraio 2014

[CS] Lush Italia - Olimpiadi invernali: Lush lancia la campagna #signoflove a favore dei diritti LGBTQ in Russia


L’8 febbraio nelle botteghe Lush sarà possibile partecipare alla fotopetizione internazionale per i diritti LGBTQ che verrà consegnata all'Ambasciata Russa il giorno di San Valentino.



Milano, 04 febbraio 2013 – In occasione delle Olimpiadi Invernali che si svolgeranno in Russia nel periodo di San Valentino (dal 7 al 23 febbraio 2014), Lush lancia la campagna internazionale #SignOfLove per chiedere al governo russo di cambiare le leggi che vietano la “propaganda ai minori sulle relazioni sessuali non tradizionali” e che stanno fomentando nel Paese una cultura di discriminazione delle persone che amano persone dello stesso sesso. Nelle prossime settimane, atleti di tutto il mondo parteciperanno alle Olimpiadi Invernali di Sochi. Gli sportivi omossessuali saranno dunque soggetti alle leggi omofobe in vigore e dovranno affrontare i pregiudizi fomentati dal governo Russo.
 
La campagna
In oltre 40 Paesi i negozi Lush celebreranno San Valentino promuovendo la campagna #SignOfLove per i diritti LGBTQ. “CREDIAMO NELL’AMORE” è la scritta presente in questo momento, insieme al triangolo rosa, sulle vetrine delle botteghe che aderiscono alla campagna.
Il giorno di San Valentino Lush consegnerà all’Ambasciata Russa un libro-petizione in supporto alla comunità LGBT in Russia con le foto di persone che credono che l’amore sia un diritto umano inalienabile.
Per partecipare alla petizione è sufficiente postare una propria foto con un triangolo rosa, emblema dell'affermazione dei diritti della comunità LGBTQ, disegnato sul proprio corpo, aggiungendo l’hashtag #SignofLove su Facebook, Twitter e Instagram.
Le foto postate verranno incluse nel libro di petizione che sarà consegnato alle rappresentanze del governo russo in Italia.
 
L’evento 
Nella giornata di sabato 8 febbraio in tutte le botteghe Lush d’Italia sarà possibile farsi fotografare con il triangolo rosa disegnato sul corpo e partecipare così con la propria foto alla petizione che verrà consegnata all'Ambasciata Russa il giorno di San Valentino.
 
La mostra “Bye Bye Bulli”
L’8 febbraio sarà anche l’occasione per presentare la raccolta di raccontri contro l’omofobia “Bye Bye Bulli” edita dall’Associazione Framele cui vendite finanzieranno l’omonimo progetto di formazione nelle scuole italiane per prevenire il bullismo omofobico, lanciato nel 2012 insieme a Lush con la campagna “Dimmi di sì”.
Nelle botteghe Lush di Milano (Via Dante 15), Roma (Via del Corso, 21) e Bologna (Via M. D'Azeglio, 4F), le persone potranno guardare i bellissimi disegni di Salvatore Calò, illustratore della raccolta “Bye Bye Bulli” e leggere alcune frasi tratte dai racconti pubblicati.
 
“San Valentino è il periodo perfetto per rivendicare il diritto all’amore per tutti – ha dichiarato Tamsin Omond, responsabile delle campagne di Lush - Nessun Paese, nessuna società o individuo può fermare l’amore. Proibire o criminalizzare l’amore è crudele e innaturale, sono quindi orgogliosa del nostro supporto alla comunità LGBTQ e della nostra campagna a favore dell’amore. Supportiamo ALL OUT nella sua iniziativa di pressione affinché in Russia cessino le leggi anti-gay, chiedendo ai nostri clienti e alle persone on line di disegnare sul proprio corpo un triangolo rosa e di condividere il loro #signoflove”
 
Andre BanksDirettore Esecutivo di ALL OUT ha affermato: “Abbiamo creato una partnership con Lush per diffondere #SignOfLove affinché i clienti di Lush – etero, LGBT o quant’altro – possano dimostrare la propria solidarietà alla comunità LGBTQ russa prima e durante le Olimpiadi 2014 di Sochi”.
 

Per info: www.lush.it




Nessun commento:

Posta un commento

Mi fa sempre piacere sapere che siete passati di qui, con un piccolo commento o un semplice saluto.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...